en
IT

un mestiere, un’arte,
una passione.

Una storia lunga, imperniata in un territorio che storicamente è la patria delle armi sportive e non Italiane. In questa terra, fatta da abili artigiani come noi, nascono vere e proprie opere d’arte, realizzate per arricchire prodotti che
sono la vostra passione.

ELABORAZIONE
E BOZZETTI

Abbiamo già accennato alla nascita di un’incisione, come risultato tra le richieste ed i gusti del cliente o del costruttore e l’apporto creativo dell’incisore. Creative Art realizza dei bozzetti, schizzi o disegni di come potrebbe venire il lavoro o solamente di alcuni dettagli e della disposizione generale. Questi lavori verranno sottoposti al cliente per l’approvazione o per ulteriori modifiche. Anche nel caso delle incisioni tradizionali, come ornati ed inglesine, sono state percorse nuove soluzioni sia, come abbiamo visto, con l’uso intensivo del bulino, sia come stile e composizioni degli ornati.

 

Uno tra i compiti importanti dell’incisore, al di là della creatività e delle capacitù tecniche con gli attrezzi è quella di rispettare e valorizzare le linee dell’arma. Ecco che, a questo proposito, diventa importante la “disposizione” del tema dell’incisione, sia questo un ornato o delle rappresentazioni figurative. Rispettare le linee dell’arma significa seguirne i contorni, non dare l’dea di “spezzarne” le varie parti con evoluzioni tronche o poco equilibrate ed inserire i soggetti con un gusto estetico proporzionato come se il perimetro della bascula fosse già di per sè una “cornice” dell’insieme.

INCISIONI A
FANTASIA

Uno dei risultati ai quali si è approdati con l’evoluzione dell’incisione è stato quelli di introdurre disposizioni a fantasia, cioè non rispettando il “verismo” di scene, figure ed animali, ma miscelando il tutto con effetti quasi illusionistici, sicuramente affiscinanti ed incisivi. Un vero punto di “rottura” per il mondo tradizionale del fucile da caccia e da collezione, iniziato ormai più di un decennio fa ed ora ben sviluppato e richiesto.

 

Queste composizioni prevedono un acuto ed approfondito studio dell’incisore per valutarne la disposizione e le “compenetrazioni” tra i diversi soggetti che possono essere donne, serpenti, felini, rapaci o altri elementi più o meno fantastici. La Creative Art propone una propria linea in questo recente filone che al momento viene alquanto apprezzata e che potrà inserirsi, in un non lontano futuro, fra i “pattern” tipici ed acquisiti per le armi di classe. In questo caso l’arma viene vista più come “supporto” per un lavoro artistico che non fine a se stessa. Quasi una emancipazione dell’incisione rispetto alla forte valenza, quasi dittatoriale, del costruttore dell’arma. In questa direzione l’incisione creativa avrà sicuramente un futuro e saranno premiati i lavori più spettacolari, espressivi ed originali.

CALCOGRAFIA

L’ottenimento di stampe a tiratura limitata su cartoncino a mezzo torchio è definito calcografia. La Creative Art si è dimostrata impegnata in questo particolare settore applicativo dell’incisione su lastra, realizzando sia bozzetti utilizzati come etichette per l’interno delle cassette porta-fucile sia più in generale come stampe artistiche da vendersi separatamente.

 

E’ interessante notare che questo procedimento ha una propria storia ed una propria tradizione e che vi sono degli interi libri dedicati a questa forma artistica con tanto di capiscuola e di evoluzione stilistica.

BULINO SU
LASTRA

La Creative Art, come altri incisori del settore, ha cercato di trasferire l’utilizzo del bulino così come impiegato nell’ornamentazione dei fucili sulle lastra per stampa (rame, alpacca, acciaio). Si parte da un disegno preventivamente preparato e quindi trasferito su lastra. Si inizierà con il contorno eseguito a punta secca e quindi con l’incisione vera e propria. La stessa potrà essere periodicamente controllata nei suoi effetti con una prova di stampa, prova che potrà essere svolta ogni qual volta la si ritenga opportuna per verificare l’elaborazione del disegno. Ricordo che sulla lastra l’incisione deve avvenire al contrario, come in uno specchio. In altri termini osservando la lastra allo specchio la si dovrà vedere e leggere (in caso di nomi) correttamente.

 

Nelle riproduzioni, in mezzo all’incrocio dei segni, vengono eseguiti degli intersegni, onde accrescere l’efficacia del chiaro-scuro. Negli spazi bianchi verranno aggiunti i cosiddetti “punti di impasto” per ammorbidire le parti considerate. Per ottenere un segno uniforme dall’inizio alla fine, sarà necessario riprenderlo dalla parte opposta, da dove cioè si sarà completata la prima tracciatura. Col bulino sarà possibile esercitare una maggiore o minore pressione, asportando più o meno materiale (metallo). Con una tecnica adeguata si potranno ottenere dei disegni realizzati con estrema delicatezza: basti osservare la carta moneta oggi in uso per notare i risultati e le tecniche dell’incisione a bulino su lastra.

Su questo sito sono presenti cookie di terze parti per l'analisi della navigazione, l'integrazione con i social network e una migliore usabilità generale  Privacy Policy . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi